Indietro

Melma dalle fogne a Novoli, scontro sulla tramvia

Forza Italia punta il dito sulla nuova fognatura realizzata con i lavori della tramvia. L'assessore Giorgetti: "No, la colpa è del collettore a valle"

FIRENZE — Nuovo scontro sui lavori della tramvia in via di Novoli. Dopo quello sui pali del tram posizionati sui marciapiedi tanto da rendere difficoltoso il passaggio delle carrozzine, il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, e il capogruppo di Forza Italia al Comune di Firenze, Jacopo Cellai hanno aperto quello sulla rete fognaria. I residenti di via di Novoli, spiegano in una nota, "sono alle prese con i tombini che sputano fango, invece di far defluire l'acqua quando piove, come è avvenuto l'altro giorno. Il Comune intervenga subito, e risarcisca quei residenti che si sono visti invadere case e cantine dalla melma". 

Nel mirino, ancora una volta ci sono i cantieri aperti nella zona. "Da quando hanno costruito la tramvia, si è creato una sorta di tappo - hanno detto Stella e Cellai - I lavori di rifacimento della rete fognaria forse andrebbero riesaminati, visto che il manto stradale è completamente annerito dal fango e dall'acqua ributtata dalle fognature. Eppure le fognature sono state tutte rifatte da due mesi, ma dato che prima non era mai successo niente, crediamo proprio che gli interventi alla rete fognaria siano difettosi, e vadano rivisti".

Immediata la replica dell'assessore comunale alla mobilità Stefano Giorgetti per scagionare i lavori: “I problemi che si sono registrati in via di Novoli relativamente alle fogne non dipendono dai lavori della tramvia”. Vero che "nell’ambito dei lavori della tramvia sono state realizzate le nuove fogne che confluiscono in un collettore a valle", ma è proprio in quel collettore "che si registrano le difficoltà, non nella nuova fognatura. Il collettore di via Allori non riesce a ricevere a sufficienza dalle nuove fogne . È un problema che è già accaduto in passato, indipendentemente dai lavori della tramvia, tanto che Publiacqua è già intervenuta, togliendo un ostacolo che impediva il deflusso delle acque reflue. Evidentemente questo non è stato sufficiente. Abbiamo già chiesto all’azienda ulteriori verifiche per individuare il problema e intervenire nuovamente in maniera risolutiva”. Lo stesso Giorgetti ha anche invitato i cittadini che hanno subito dei danni a segnalarli per chiederne il risarcimento. 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it