Indietro

Sfonda la porta e prende a ceffoni la moglie

Le urla e il rumore degli oggetti scaraventati in aria hanno attratto l'attenzione dei vicini. A dare l'allarme un'amica della vittima

FIRENZE — Le violenze tra le pareti della casa dove abita la famiglia dell'aggressore, un somalo di 34 anni, non sono cosa nuova. Solo lo scorso 4 gennaio, infatti, l'uomo aveva preso a botte la moglie che, in passato, aveva presentato denunce poi sempre ritirate. Fino a ieri sera, quando il 34enne, ubriaco fradicio, ha sfondato la porta di casa e ha iniziato a tempestare la moglie di domande chiedendole chi fosse la donna che in quel momento era in casa con lei. Quest'ultima, un'amica della vittima, ha cercato di spiegare e si è messa nel mezzo rimediando a sua volta un ceffone. A quel punto è scappata chiedendo aiuto. 

Nel frattempo il rumore degli oggetti scagliati in aria e delle grida hanno attratto l'attenzione dei vicini. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, la donna è corsa verso di loro chiedendo aiuto. Ai militari ha detto di essere stata presa a botte, spintonate e di aver battuto la testa cadendo. Nell'abitazione è stato fatto intervenire anche il personale sanitario per soccorrerla. 

Per l'uomo sono scattate le manette. Ora si trova nel carcere di Sollicciano. 


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it