Indietro

Ordinanza anti slot, il Tar dà ragione al Comune

Respinti i cinque ricorsi presentati da gestori di sale slot e tabaccai contro il provvedimento che impone la chiusura alle 18 tutti i giorni

FIRENZE — Il Tribunale amministrativo della Toscana ha dato ragione a Palazzo Vecchio sull'ordinanza anti-slot dello scorso luglio e ha respinto i cinque ricorsi presentati da altrettanti tabaccai e gestori di sale slot. 

Nello specifico, il provvedimento del Comune prevede che tutti i giorni le sale chiudano alle 18 e che negli altri esercizi autorizzati, bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, agenzie di scommesse e sale bingo, le macchinette siano spente dalle 13 alle 19. Secondo quanto riportato dall'agenzia Agipronews che si occupa di giochi e scommesse, il Tar ha confermato che l'ordinanza è stata emessa sulla base di dati dell'Università di Firenze "che appaiono idonei ad evidenziare una situazione di particolare diffusione del gioco sul territorio comunale" in un quadro "certamente allarmante e che legittima l'intervento".

In caso di violazione sono previste sanzioni e in caso di recidiva anche la sospensione dell'attività.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it