Indietro

Biglietto Uffizi a 74 euro, Comune all'attacco

Il fatto è stato segnalato da un giornalista francese. Dal Comune: "E' inaccettabile, metteremo al setaccio tutti i siti che fanno questi illeciti"

FIRENZE — Una pratica illegale ma diffusa, quella di alcuni siti che vendono i biglietti per gli Uffizi a prezzi molto maggiorati. L’ultimo caso è quello che un giornalista francese, Laurent Marsick, ha segnalato al Comune tramite twitter: un biglietto per le Gallerie degli Uffizi in vendita a 74 euro

Non è un caso isolato ed è inammissibile – ha detto l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi -: ho già avuto un colloquio con la nostra Avvocatura e porterò questo tema come il più urgente al tavolo della Firenze card. Questa è la vera 'riforma' a mio avviso più urgente, quella del contrasto alle azioni illecite e ingannevoli. E’ inaccettabile che ci siano siti che richiamano il nome ufficiale di musei cittadini e quindi si mascherano da enti delle istituzioni culturali fiorentine a tutti gli effetti e vendano biglietti a prezzi molto maggiorati". 

"Adesso basta: ho avuto un colloquio con il capo della nostra Avvocatura e metteremo al setaccio tutti i siti che svolgono una funzione fuorviante e illecita per quanto riguarda i musei civici cittadini e qualora vi fossero irregolarità e scorrettezze metteremo tutte le nostre forze a disposizione per contrastarle: chi viene a Firenze non può essere ingannato con falsi annunci di ‘salta code’ o altri tipi di scorciatoie che sono solo millantate e costano caro”.

“Siamo pronti – ha concluso Sacchi - a collaborare con le Gallerie degli Uffizi come già fatto in passato con azioni di contrasto sia al bagarinaggio sia alle attività illecite nel piazzale del museo. Ho già telefonato al direttore Eike Schmidt e condividiamo la visione che la cultura è l’antidoto al degrado più efficace e per cultura si intende anche la cultura della legalità. Non a caso da alcuni anni Comune e Uffizi sono fianco a fianco nell’organizzazione del cinema all’aperto che si svolge proprio nel piazzale e che contrasta in maniera efficace proprio le situazioni di possibile degrado e i danni all'immagine della città".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it