Indietro

"Cavalli si trasferisce a Milano? Inaccettabile"

In foto lo stabilimento di Osmannoro

Il sindaco di Firenze ha commentato così l'ipotesi del trasferimento dello stabilimento annunciando che il Comune sarà all'incontro con la proprietà

FIRENZE — “È inaccettabile la decisione di voler procedere nei prossimi mesi al superamento della sede di Sesto Fiorentino, trasferendo i 170 dipendenti a Milano. Finora non c’è stato nessun confronto produttivo con le Istituzioni e i sindacati e non è stato presentato il piano industriale di rilancio” è quanto ha dichiarato il sindaco di Firenze e della Città metropolitana di Firenze Dario Nardella, commentando la notizia della decisione del consiglio di amministrazione della società Roberto Cavalli di voler trasferire la sede fiorentina a Milano, dove saranno aggregate tutte le funzioni commerciali e amministrative. 

Anche l’assessore al Lavoro Andrea Vannucci si è detto preoccupato per la decisione dei vertici del celebre marchio della moda di chiudere lo stabilimento fiorentino: “La decisione aziendale ci ha sorpresi. È stata un fulmine a ciel sereno”. “Non condividiamo neppure il modo in cui la decisone è stata comunicata - continua Vannucci -. La comunicazione di chiusura della sede di Sesto Fiorentino, in un momento così delicato di emergenza sanitaria ed economica e senza un confronto tra le parti, non è tollerabile”. “Siamo al fianco dei sindacati, dei lavoratori e delle loro famiglie - concludono il sindaco Nardella e l’assessore Vannucci -. Non li lasceremo soli e saremo presenti insieme al Comune di Sesto Fiorentino all'incontro convocato dalla Regione con la proprietà".

Intanto la Regione Toscana convocherà un incontro con i vertici del gruppo Cavalli e con le organizzazioni sindacali per fare luce sull’ipotesi di spostamento, è quanto comunicato dal consigliere del presidente per il lavoro Gianfraco Simoncini alle organizzazioni sindacali che ieri avevano manifestato la loro preoccupazione per l’annuncio di trasferimento, fatto per il momento in modo informale, da parte della proprietà.

Già ieri Simoncini aveva immediatamente contattato la proprietà facendo presente la contrarietà della Regione all’ipotesi di trasferimento per evitare la perdita di posti di lavoro e preservare il radicamento di questa attività nel territorio. All'incontro oltre ai sindacati saranno invitati anche il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi e l'Assessore al lavoro del Comune di Firenze Andrea Vannucci con i quali Simoncini si è sentito in giornata. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it