Indietro

Covid fase 2, cambia il controllo della Metrocittà

La riapertura al pubblico dei giardini, l’accesso agli esercizi commerciali ed al trasporto pubblico locale subiranno i maggiori controlli

FIRENZE — La prefettura di Firenze ha messo a punto un piano di controllo in vista del progressivo allentamento delle misure contenitive e della parziale ripresa delle attività da lunedì 4 Maggio.

Riunito oggi in videoconferenza il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato dal prefetto Laura Lega è stato condiviso dai vertici provinciali delle forze di polizia, l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, il sindaco della Città Metropolitana e del Comune di Firenze Dario Nardella con gli assessori Stefano Giorgetti e Cecilia del Re, il comandante della polizia municipale Giacomo Tinella e, per il Comune di Scandicci, l’assessore Andrea Anichini e il comandante della polizia locale Giuseppe Mastursi.

In apertura del vertice il prefetto ha sottolineato come l’avvio della Fase 2 consentirà la ripresa di parte significativa delle attività produttive che saranno oggetto di attento controllo. 

All’esame le misure sulla riapertura al pubblico di parchi, ville, giardini, orti urbani e cimiteri, sull’accesso agli esercizi commerciali per l’acquisto di alimenti e bevande da asporto -riguardanti la città di Firenze e che saranno specificamente disciplinate con ordinanza sindacale - e sul tema del trasporto pubblico locale.

L’attività di controllo sulla tramvia sarà garantita, nel tratto di competenza del capoluogo e in un primo periodo, dalla polizia municipale fiorentina che si avvarrà anche di volontari e, nel tratto che interessa il territorio di Scandicci, dalla polizia locale che presidierà le fermate più sensibili.
Il prefetto Lega ha poi disposto l’intensificazione dei controlli sul territorio da parte delle forze di polizia, anche al fine di scongiurare situazioni di assembramento nei luoghi pubblici e nei punti di snodo del trasporto pubblico locale più rilevanti. Il prefetto Lega ha infine sottolineato come sarà fondamentale l’emergere di un forte senso di responsabilità di ciascun cittadino per evitare che il contenimento del coronavirus sia affidato ad un approccio esclusivamente repressivo.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it