Indietro

"Il taglio degli alberi? Doloroso ma necessario"

Intervento del sindaco Nardella dopo le polemiche sugli abbattimenti in città. "Non possiamo far finta di niente se gli alberi rischiano il crollo"

FIRENZE — Troppe polemiche. Alla fine il sindaco Dario Nardella ha voluto mettere dei paletti nel mare in tempesta delle polemiche sollevate dal piano di abbattimenti deciso da Palazzo Vecchio. Il primo cittadino lo ha fatto con un post sul proprio profilo Facebook in cui si passano in rassegna le opere messe a segno fino a oggi. "Anche gli alberi che sono stati abbattuti in piazza San Marco erano in condizioni critiche dal punto di vista statico e/o fitosanitario (5 olmi in pessime condizioni), così come i pini in piazza della Stazione (19 pini di cui 18 in classe C ovvero a rischio cedimento). Tutti ricordiamo quello che è successo in viale Corsica due settimane fa quando un albero è caduto per un acquazzone con il rischio di uccidere qualcuno". 

Gli abbattimenti degli alberi, ha detto ancora il sindaco, "sono dolorosi ma tutti necessari e riguardano una piccolissima percentuale: si tratta di organismi viventi che invecchiano, perdono stabilità e vengono attaccati anche dalle malattie. Nostra responsabilità e quella di garantire la sicurezza dei cittadini. Non possiamo certo permettere che alberi ritenuti da esperti a rischio caduta possano rappresentare un pericolo per le migliaia di persone che quotidianamente camminano e transitano sotto di essi".

Nardella ha poi garantito di nuovo che tutte le piante saranno sostituite aggiungendo che "per ogni albero malato tagliato ne ripiantiamo 4 giovani e più resistenti". 

Gli ultimi tagli in ordine di tempo sono stati quelli dei pini davanti alla stazione di Santa Maria Novella. Nel caso di viale Corsica, insieme alle proteste, si sono registrati anche un po' di disordini con i manifestanti che hanno abbracciato gli alberi per impedire ai tecnici comunali di intervenire. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it