Indietro

Officine in crisi per gli pneumatici da smaltire

La Cna di Firenze ha lanciato un appello al prefetto per fare pressione sul Ministero dell'Ambiente e risolvere il problema del sovrastoccaggio

FIRENZE — “I Consorzi Obbligatori non stanno ritirando i pneumatici da dismettere (PFU) o ne ritirano quantità ridicole e i gommisti non hanno più spazi per lo stoccaggio, si rischia il disastro ambientale” è quanto ha denunciato Raniero Vettori, presidente dei Gommisti di CNA Firenze, a nome delle officine fiorentine che riparano e sostituiscono gomme di auto, moto, camion ed autobus. Il settore autoriparazione conta nella Città Metropolitana di Firenze oltre 1000 imprese. Cna ha chiesto l’intervento risolutivo del Ministero dell’Ambiente ed il pressing in tal senso del suo rappresentante territoriale, il prefetto Laura Lega.

“L’inefficienza del sistema di ritiro sta paralizzando i gommisti: grandi quantità di PFU finiscono per essere stoccati nelle nostre officine e piazzali, talvolta anche su aree di pubblico passaggio, esponendoci al rischio di ispezioni da parte di Vigili Urbani, Asl e ogni altro organo preposto ai controlli che poco sa degli intoppi della filiera. Insomma, con il danno la beffa” ha detto Vettori.

"Eppure il servizio è pagato ai Consorzi alla fonte: dai produttori e importatori di pneumatici, che poi lo riversano sui distributori, che a loro volta insistono sui gommisti fino al consumatore finale. Il problema? Le vendite dirette al consumatore finale, sia a nero che online che, come facile intuire, non prevedono il versamento dei contributi al Consorzio. Cosicché, le risorse stanziate per i Consorzi non riescono a coprire il costo dei ritiri. La soluzione è normativa: la riparametrazione delle quote di ritiro a carico dei Consorzi con lo sganciamento dal dato fuorviante della quantità immessa in commercio” ha spiegato Vettori.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it