Indietro

Sindaci in diretta social per raccontare il Covid

L'epidemia di Coronavirus che costringe i cittadini a restare a casa ha prodotto un massiccio ricorso alle piattaforme di comunicazione a distanza

FIRENZE — Nella Città metropolitana fiorentina l'emergenza sanitaria è vissuta dai cittadini anche attraverso le dirette social con i sindaci che quasi ogni giorno fanno il punto della situazione attraverso la rete. La copertura del segnale e la riduzione del digital divide in alcune zone d'ombra persino per i cellulari hanno aiutato a favorire questa modalità di connessione tra cittadini ed istituzioni.

L'importanza di confrontarsi con i primi cittadini, partita dalla necessità di informarsi sullo stato di salute del proprio territorio e sulle novità introdotte dalle singole amministrazioni in termini di servizi e divieti, è diventata una sorta di terapia che consente di ricevere rassicurazioni da un volto noto.

Il bollettino dell'emergenza parte dal numero dei contagiati in tutta la Regione Toscana. Si parte dalle nuove positività, per poi passare alle guarigioni e ai decessi con l'indicazione delle persone ricoverate in terapia intensiva ed i posti letto disponibili sul territorio. Poi il cerchio si stringe con i dati relativi al singolo comune ed ogni primo cittadino è costretto a fare il conto di numeri che assumono le sembianze umane ed il volto di parenti, amici e colleghi di lavoro. Gli aggiornamenti sui decessi delle persone contagiate e domiciliate sul territorio sono affidati a post semplici e diretti, senza immagini o video.

C'è chi preferisce rivolgere messaggi e lasciare le domande alla moderazione dei commenti e chi risponde in diretta ai numerosi dubbi che per la maggior parte riguardano la spesa e la possibilità di effettuarla con una consegna a domicilio. Non mancano poi le richieste dei presidi sanitari come le mascherine da adottare anche in famiglia.

Hanno fatto ricorso a video su Facebook Dario Nardella a Firenze, Monica Marini a Pontassieve, Emiliano Fossi a Campi Bisenzio, Francesco Casini a Bagno a Ripoli ma anche Sandro Fallani a Scandicci, ed ancora Alessio Calamandrei ad Impruneta e Giampiero Fossi a Signa o Paolo Omoboni a Borgo San Lorenzo.

Qualcuno ha creato veri e propri format come Sandro Fallani che a Scandicci ha lanciato "Il sindaco chiama la città" con un dialogo tra il primo cittadino ed alcuni referenti del mondo sanitario e delle categorie economiche e sociali. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha optato invece per il Sondaggio online che gli consente di raccogliere informazioni sulla percezione dell'emergenza per poi analizzare i risultati sempre durante una diretta. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it