Indietro

Tunnel per la tramvia, ambientalisti infuriati

L'Associazione Italia Nostra si è rivolta alla Soprintendenza ed al Ministero dei Beni ed Attività Culturali per esprimere contrarietà al progetto

FIRENZE — I lavori per il tracciato di prolungamento della Linea 3 dalla Fortezza da Basso verso San Marco e Bagno a Ripoli non sono ancora partiti, è infatti in atto uno studio di fattibilità su alcune varianti messe sul tavolo dal sindaco Dario Nardella e dall'assessore Stefano Giorgetti in merito all'interramento del traffico che scorre lungo i viali, per lasciare strada libera al tram. In particolare l'idea di creare due tunnel in piazza della Libertà e piazza Beccaria sembra aver suscitato le maggiori preoccupazioni.
Ad Italia Nostra ad esempio non piace il progetto di ampliamento della rete tramviaria fiorentina così come ipotizzato, tanto che il Presidente dell’Associazione ambientalista, Leonardo Rombai, ha inviato una relazione al soprintendente Pessina ed al ministro Bonisoli con una serie di domande che implicherebbero di rivedere il disegno progettuale.

Rombai parla di "vive preoccupazioni circa la progettazione della Linea tranviaria 3.2 lungo i Viali di Circonvallazione" e cita Dario Nardella che ha dichiarato “Stiamo lavorando insieme alla Soprintendenza su piazza Beccaria e piazza della Libertà per un interramento del traffico veicolare, come già abbiamo fatto alla Fortezza”. 
"Misure di questo genere - commenta Rombai nella missiva inviata alle istituzioni culturali - costituiscono a nostro avviso una variante sostanziale per la quale occorrerebbero un nuovo progetto e una nuova Conferenza dei servizi. Oltretutto sotto quelle due piazze vi sono estese camere ed impianti idraulici che rendono l’impresa di difficile realizzazione. Non vorremmo insomma che, dopo aver impedito lo spostamento dei filari di platani del viale Matteotti, si pensasse adesso di scavare tunnel, questa volta sotto le piazze Beccaria e della Libertà, con discenderie che, similmente a quanto già avvenuto attorno alla Fortezza, interesserebbero pesantemente i Viali del Poggi, giungendo peraltro all’abbattimento di numerose piante, a causa dell’inevitabile taglio delle radici".

Rombai domanda inoltre "come si possa parlare dell’apertura dei cantieri per la Variante al Centro Storico, cioè il prolungamento della Linea 2 per Lavagnini, Libertà, Cavour, S. Marco, La Pira, Lamarmora, Matteotti se quello stesso progetto, in quanto strettamente connesso alla Linea 3.2 , sarebbe anch’esso oggetto di varianti". "Con l’attestamento della Linea 3.2 nel viale Don Minzoni - prosegue - verrebbero condannate le relative alberature, che risulterebbero di intralcio anche alla realizzazione della tratta per Campo di Marte - Rovezzano per la quale si prevede il sottopassaggio della linea ferroviaria". 

"Come si conciliano questi nuovi scavi con il progetto definitivo della 3.2 presentato lo scorso dicembre, che anche lei ha esaminato? Come si conciliano i nuovi interventi con l’apertura a breve dei cantieri per la Variante per il Centro Storico della Linea 2? La Conferenza dei servizi, aperta il 12 febbraio e continuata il 22, si è conclusa? Non dovrebbero, questi due progetti essere esaminati come progetto unico in una nuova Conferenza dei servizi, anche per evitare il ripetersi di un caso come quello della sistemazione di Piazza della Stazione, dove solo a cose fatte ci si è accorti dello scempio arrecato, con pali e catenarie, al contesto storico monumentale comprendente l'abside di Santa Maria Novella e la Stazione del gruppo toscano? Il progetto “Rete ecologica, sostenibilità arborea, sostituzione Patrimonio arboreo in fregio alla Cerchia dei Viali”, firmato dalla Direzione Ambiente del Comune di Firenze il 26.11.2018, al quale lei ha dato parere favorevole, è compatibile con il progetto della Linea 3.2 lungo i viali? Lei non crede, Soprintendente Pessina, che l’abbattimento e la sostituzione di 145 piante in tempi brevi, lungo 5 Km dei viali di circonvallazione e loro adiacenze, venga meno alla gradualità e alla prudenza indispensabili per un contesto come quello della zona dei Viali di circonvallazione?" sono queste le domande che Leonardo Rombai ha inviato alla Soprintendenza ed al Mibact.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it