Indietro

"Troppa violenza a bordo dei bus, è una vergogna"

La rappresentanza sindacale di Ataf è intervenuta dopo l'aggressione che ha coinvolto un conducente ed un controllore dell'azienda di trasporti

FIRENZE — L'aggressione avvenuta a bordo di un autobus nella zona di piazza Puccini (vedere articoli collegati) ha fatto scattare un nuovo campanello di allarme tra gli autisti ed i controllori fiorentini che si sono stretti attorno ai colleghi rimasti coinvolti nella colluttazione con un giovane che ha reagito al controllo del tagliando di viaggio.

Sull'episodio è intervenuto il vice coordinatore della Rsu di Ataf "Esprimo solidarietà e vicinanza ai colleghi coinvolti nell'ennesimo spiacevole episodio di violenza. Anche questa volta, purtroppo, la peggio l'hanno avuta il conducente della linea 30 ed un verificatore accorso in aiuto del malcapitato autista, all'altezza di piazza Puccini. Inaccettabile ed incomprensibile il fatto che molto spesso anche la più banale discussione o diatriba vocale, debba per forza degenerare passando dalle parole alle mani. È una vera vergogna" ha commentato Massimo Milli, vice segretario Faisa Cisal.

Un passeggero ha aggredito l'autista di un autobus ed è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e lesioni personali. Il giovane di 20 anni avrebbe offeso e poi aggredito due controllori a bordo del bus 30 in servizio tra Campi Bisenzio e Firenze. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it