Indietro

Tpl, prorogato l'abbonamento "Unico metropolitano"

autobus

La sperimentazione dell'abbonamento onnicomprensivo mensile per l'area metropolitana proseguirà fino a dicembre causa Covid. Doveva finire a Giugno

FIRENZE — Andrà avanti fino a dicembre 2020 la sperimentazione dell'abbonamento mensile "Unico Metropolitano" che consente di salire con un unico titolo di viaggio su bus, treno e tranvia nella rete urbana fiorentina dei mezzi di trasporto pubblico. Lo ha deciso oggi la giunta regionale toscana con una delibera proposta dall'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli. La sperimentazione si sarebbe dovuta fermare il 30 Giugno, termine fissato per stilare un bilancio, ma l'emergenza Covid ha di fatto sospeso tutto per tre mesi e di conseguenza si è deciso di andare avanti.

La giunta regionale ha quindi approvato lo schema di un accordo che la Regione Toscana sottoscriverà a breve con i Comuni di Firenze, Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Lastra a Signa, Sesto Fiorentino, Signa e con la Città Metropolitana di Firenze.

Fissata nella cifra onnicomprensiva di 60.000 euro il possibile minor introito generato alle aziende di trasporto dall'introduzione della tariffa unica agevolata. Di questi 60.000 euro, la metà, cioè 30.000 euro, saranno stanziati dalla Regione Toscana attraverso risorse del bilancio 2020, mentre i restanti 30.000 euro saranno reperiti dagli enti locali coinvolti.

L'abbonamento "Unico Metropolitano" è stato istituito dalla Regione nel marzo 2019. Il suo costo è di 50 euro, che diventano 41 per chi ha diritto alla tariffa agevolata Isee tpl (reddito familiare certificato Isee non superiore a 36.151,98 euro).

"Regione ed enti locali - spiega Ceccarelli - concordano sulla necessità di prolungare almeno fino a fine anno la sperimentazione di 'Unico metropolitano', pensato per agevolare gli utenti grazie ad un titolo di viaggio unico valido per tutti i mezzi pubblici di trasporto nell'area fiorentina. Purtroppo l'emergenza da Coronavirus ha, di fatto, interrotto anche questa sperimentazione. E' dunque necessario riprendere questo progetto e prolungarlo, in modo da poter correttamente valutare l'impatto sull'utenza di questa nuova soluzione tariffaria".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it