Indietro

Via Bolognese colabrodo, una strada apri e chiudi

Negli ultimi anni la collina ha ospitato numerosi cantieri alternati a rifacimento del manto stradale e della segnaletica orizzontale e verticale

FIRENZE — Via Bolognese è stata aperta nuovamente, dopo i lavori effettuati nel 2017, e per la messa in esercizio della nuova tubazione di distribuzione, dalle ore 9.00 di lunedì 15 luglio, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua nel tratto da via Trento a via Trieste. Si tratta dell'ennesimo intervento che vede interessata la via di comunicazione tra il Mugello e Firenze dove i sottoservizi si confermano un punto debole.

Nel 2017 i residenti ed i numerosi pendolari avevano subito il rallentamento del traffico lungo il percorso in salita e in discesa a causa dei cantieri che per diverse settimane avevano occupato la collina. Alla fine dei lavori erano stati ripristinati l'asfalto e la segnaletica orizzontale con i nuovi stalli per la sosta. Nelle scorse settimane strisce ed asfalto sono stati nuovamente rimossi per un nuovo cantiere.

Non è la prima volta che Palazzo Vecchio si occupa delle tubature e dei servizi che scorrono sotto il manto stradale della Bolognese ed in più occasioni i fiorentini hanno assistito agli appelli per una programmazione che potesse evitare l'apertura e chiusura continua della strada con interventi alternati.

Nell'aprile del 2017 Jacopo Cellai, consigliere comunale e Guido Castelnuovo Tedesco, consigliere di Quartiere 5 presentano una mozione che chiede a Publiacqua di "osservare il massimo rispetto circa i tempi del cantiere di Via Trento in virtù dei disagi causati ai residenti, nonché alla viabilità di Via Bolognese, Via Trieste e limitrofe” Via Trieste e una sostanziosa porzione di Via Bolognese antistante Largo Fanciullacci. 

Il 2 ottobre del 2018 si è aperta l'ultima grande voragine “La Giunta e Publiacqua chiariscano di chi sono le responsabilità della grave voragine che si è aperta oggi in Via Bolognese a seguito di una importante perdita nelle tubature che ha causato disagi enormi ai residenti e alla viabilità” così commentavano Jacopo Cellai e Guido Castelnuovo Tedesco che denunciavano l'interruzione "dell’arteria urbana principale di collegamento con il Mugello”. “Non è la prima volta che nella zona si verificano perdite e addirittura anche conseguenti voragini nel manto stradale, un fatto gravissimo che denota una evidente mancanza del polso della situazione dei sottoservizi della quale non è più possibile non tenere conto”.

L'8 ottobre il presidente della Commissione Urbanistica, Leonardo Bieber, commentava "Dopo la rottura in via Bolognese, è evidente che non si può più procedere per emergenze, ma serve una programmazione puntuale di interventi di manutenzione dell'acquedotto fiorentino che, per larga parte, risale agli anni '60. "E' inoltre fondamentale - aggiungeva Bieber - armonizzare questi interventi così importanti per la rete idrica cittadina con la mobilità, per non creare eccessivi disagi alla circolazione e alla vivibilità complessiva della città già particolarmente sollecitata in questi anni".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it