Indietro

Via Pistoiese, raccolta firme contro il cordolo

I residenti hanno aperto una sottoscrizione per chiedere il ripristino dopo l'intervento strutturale giustificato per mettere in sicurezza la strada

FIRENZE — Dopo l'installazione del cordolo spartitraffico i cittadini hanno aperto una sottoscrizione per chiedere il ripristino della carreggiata, inutili le repliche da parte dell'amministrazione che dopo i sopralluoghi ha invitato i cittadini a considerare l'installazione come un intervento sulla sicurezza. L'assessore alla mobilità, Stefano Giorgetti, rischia di trovarsi tra le mani un caso che fa scuola, in questo caso Scuola Guida. Il paradosso si gioca sulla traduzione dell'intervento in senso pratico: la strozzatura creata per ridurre la velocità dei veicoli non trova il favore dei residenti che lo vedono come un ostacolo lungo il percorso.

Via Pistoiese è registrata dagli uffici tecnici della polizia municipale come la strada a maggiore tasso di incidentalità con sinistri anche mortali, da qui la richiesta di interventi migliorativi che negli anni sono stati valutati dalle amministrazioni che si sono avvicendate. L'ultimo intervento in ordine cronologico riguarda l'inserimento di un cordolo destinato ad "impedire la svolta a sinistra" tra le cause degli incidenti che si sono verificati più frequentemente. 

I residenti su quella "svolta a sinistra" fanno affidamento per potersi muovere liberamente sullo scacchiere urbano e dopo aver protestato per la "barriera" hanno iniziato a puntare il dito sui mezzi di soccorso che "fanno fatica a passare" nello spazio della singola corsia rimasta libera per lo scorrimento del traffico.

Matteo Chelli, il consigliere di Quartiere che si è mobilitato contro il cordolo oggi ha annunciato "Con molto piacere ho firmato, presso la Farmacia Paoletti di Via Pistoiese, la raccolta firme avviata dai cittadini" ed ha annunciato "Insieme ad Angela Sirello, al prossimo consiglio del 25 settembre presenterò un’interrogazione per sapere se l’amministrazione stia monitorando e cercando di risolvere il problema del passaggio difficoltoso per i mezzi di soccorso, e una mozione per richiedere il blocco immediato dei lavori di posizionamento del cordolo, la revisione - con eventuale rimozione dei cordoli - dei lavori già ultimati, nonché l’immediata rivalutazione del progetto già esistente di una nuova strada con funzione di scolmatore del traffico tra Via Pistoiese e Viale Rosselli".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it