Indietro

Distrutte tre tonnellate di botti sotto sequestro

L'operazione è stata effettuata nell'ex miniera di Santa Barbara. Nei guai cinque cinesi che li avevano stipati vicino a materiale infiammabile

FIRENZE — Gli artificieri del 15mo centro di rifornimento dell'Esercito italiano ha provveduto a distruggere presso l’ex area mineraria di Santa Barbara, a Cavriglia, oggi di proprietà di Enel, tre tonnellate di fuochi d'artificio sequestrate nel corso degli ultimi festeggiamenti di Capodanno. L'operazione è stata effettuata in collaborazione dei Vigili del Fuoco di Firenze e di Arezzo.

I botti in questione, seppur di libera vendita, erano stati sequestrati dai finanzieri dell'antiterrorismo del gruppo di Firenze a cinque imprenditori, tutti di etnia cinese, che gestivano attività commerciali all’ingrosso ubicate tra la zona dell'Osmanoro, alla periferia di Firenze, e a Calenzano. Gli imprenditori avevano stipato il materiale pirotecnico all’interno di locali commerciali aperti al pubblico e pericolosamente vicini a materiale facilmente infiammabile come accendini, fogli di carta, cancelleria, materiale plastico, nonchè a prese di corrente con spine elettriche inserite.

L’entità delle esplosioni controllate, avvenute in buche nel terreno ricoperte di terra, ha confermato il grande potenziale distruttivo dei fuochi pirotecnici.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it