Indietro

Operaio muore cadendo dall'impalcatura

L'uomo stava lavorando al rifacimento della facciata di un condominio. E' precipitato da un'altezza di 18 metri, lavorava per una ditta di San Miniato

SCANDICCI — Tragico incidente intorno alle 12 in via Cilea. Un uomo di 48 anni, albanese, è morto dopo essere caduto da un'impalcatura: stando ai primi accertamenti è precipitato da un'altezza di 18 metri. 

Da quanto emerso, stava lavorando al rifacimento della facciata di un condominio e lavorava per una ditta di costruzioni con sede a San Miniato. 

Sul posto il personale della Asl, la Misericordia e l'Humanitas. Presenti anche i carabinieri e la polizia municipale, impegnati negli accertamenti sulla dinamica dell'incidente. 

Quello di oggi è il secondo incidente sul lavoro nel settore dell'edilizia in provincia di Firenze da quando è iniziata l'emergenza Covid. 

"Siamo toccati nel profondo come persone e come comunità, sconvolti e amareggiati di come ancora si possa morire di lavoro - ha dichiarato il sindaco Sandro Fallani - Offi è un giorno tristissimo per Scandicci".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it