Indietro

Vertenza Leonardo, Fiom lamenta carenza d'organico

La segreteria della Fiom di Firenze ha espresso preoccupazione in merito allo sviluppo dell'attività chiedendo di visionare il piano industriale

CAMPI BISENZIO — Si è tenuto in Regione Toscana un incontro sulla Leonardo di Campi Bisenzio, alla presenza della Rsu e delle organizzazioni sindacali. Il segretario generale della Fiom, Daniele Calosi ha spiegato “Non siamo disponibili a prestare il fianco per spot elettorali. Ai lavoratori servono risposte concrete e dettagliate per continuare a fare dello stabilimento un’eccellenza, anche dopo il 21 settembre”.

Stefano Angelini ha dichiarato “Come Fiom Cgil di Firenze abbiamo ribadito alla Regione che a nostro avviso è necessario mantenere un confronto serrato tra rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni sulle diverse attività svolte nello stabilimento. Non da oggi lamentiamo che a fronte delle nostre richieste di informazioni su investimenti, prodotti, carichi e occupazione, riceviamo dall’azienda indicazioni solo generiche, non sufficienti. Inoltre sono vari i settori che soffrono la carenza di organico e necessitano di risorse per garantire l’innovazione tecnologica e mantenere viva la capacità ingegneristica e produttiva delle linee prodotto costituite non solo dallo spazio ma anche dalla radaristica, l’optronica e la cyber security. Se la Regione non è in grado di fornirci indicazioni sui risultati e sulle ricadute sul territorio a fronte dei finanziamenti pubblici percepiti da Leonardo negli ultimi anni, è il caso di attivarsi con il Ministero dello Sviluppo Economico per capire quale sia il piano industriale per Campi Bisenzio ed avere maggiori certezze”. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it