Indietro

La Gioconda nasconde un segreto inconfessabile

Il quadro più famoso del mondo è stato analizzato da Riccardo Magnani che lo ha sezionato risalendo alle origini storiche ed artistiche dell'opera

FIRENZE — Lo studioso di Leonardo da Vinci, Riccardo Magnani, ha presentato a Firenze il suo ultimo libro dedicato a fare emergere "la vera figura di Leonardo, ben oltre il mito di cartapesta con cui il papato prima e l'omologazione culturale poi, hanno voluto nascondere la vera identità biologica e soprattutto culturale di questo straordinario genio del nostro passato". Una presentazione che ha destato molto interesse e partecipazione al Relais di Santa Croce, nel capoluogo toscano che ospita le celebrazioni del cinquecentenario dalla morte del genio di Vinci.

La stessa presentazione sta suscitando numerose reazioni anche sul web attraverso il canale Youtube di Magnani. Il sorprendente parallelismo tra Leonardo da Vinci e Alessandro Manzoni ha solleticato la curiosità degli appassionati d'arte e di storia. Non solo. La sovrapposizione del dipinto su tavola di Leonardo ad altri dipinti dell'epoca ha suscitato particolare interesse nell'approfondire alcuni aspetti della testimonianza di Giorgio Vasari, il biografo delle star del Rinascimento. L'obiettivo finale di Magnani è insinuare negli interlocutori il dubbio che qualcosa di inconfessabile si cela non tanto tra le crepe del colore, ma nella storia stessa della Gioconda.

Magnani ha spiegato che "le opere e le vite di Leonardo e Manzoni si incontrano più e più volte, nei fondamenti e nel luogo che ospita il prodotto della loro arte sopraffina". Magnani svela, in forma inedita, i motivi per cui la Gioconda non sarebbe la Gioconda, bensì la Signura di Lombardia.
Lo studioso di Lecco presenta una nutrita documentazione con cui supporta le proprie scoperte che condivide con "chi ha interesse ad andare oltre l'ipocrisia di un sistema che ha imposto una cultura di comodo, e non certo espressiva di una conoscenza assoluta e oggettiva".

Videogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it