Indietro

Tramvia, senza fili fino a Bagno a Ripoli

Il prolungamento della linea tra Scandicci e Careggi si snoda sul viale Lavagnini verso San Marco e piazza Beccaria, ed ancora Bellariva e Gavinana

FIRENZE — La linea del tram da Piazza della Libertà a Bagno a Ripoli non avrà l'alimentazione aerea. La Regione Toscana ha accettato di coprire per intero l'adeguamento del costo della progettazione definitiva della nuova linea e delle opere ad essa connesse, necessario soprattutto per costruire l'estensione secondo la tecnologia catenary free, senza linea di contatto aerea. Il costo complessivo della progettazione definitiva è stato aggiornato a 3.960.000 euro. La differenza tra la prima stima dei costi e quella attuale è di 650.000 euro e sarà interamente anticipata dalla Regione Toscana.

L'estensione verso Bagno a Ripoli è considerato "un obiettivo di primaria importanza per il miglioramento della qualità dell'aria e per la soluzione dei problemi legati al traffico nel capoluogo regionale - ha spiegato l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli - a vantaggio anche di tutti i Comuni che gravitano a sud di Firenze e che vedono quotidianamente centinaia di lavoratori e studenti entrare in città utilizzando mezzi privati". Sulle direttrici Scandicci Careggi e Stazione Peretola, l'uso del mezzo pubblico per gli spostamenti quotidiani è cresciuto oltre le migliori previsioni. 

A seguito della delibera approvata dalla Regione i costi per la progettazione della linea Piazza Libertà–Bagno a Ripoli saranno coperti dalla Regione Toscana per 3.150.000 euro, dal Comune di Firenze per 690.000 euro e dal Comune di Bagno a Ripoli per 120.000 euro. Per riequilibrare il maggior costo finanziato oggi interamente dalla Regione, i due Comuni vedranno aumentare in parte il loro contributo alle successive fasi progettuali, il Comune di Firenze per 135.000 euro, quello di Bagno a Ripoli per 24.000 euro. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it