Indietro

Via Pistoiese, quota 1500 firme contro il cordolo

La sottoscrizione è stata aperta da parte dei residenti della zona per chiedere all'amministrazione di ripensare l'intervento sulla viabilità stradale

FIRENZE — La raccolta firme aperta per chiedere di ripensare l'intervento stradale, eliminando cordolo e paletti gialli, ha raggiunto 1500 firme in 10 giorni. Ad annunciarlo è stato Marco Stella, il vice presidente del Consiglio regionale è stato oggi in via Pistoiese.

Dopo i recenti sopralluoghi da parte dell'amministrazione fiorentina e l'annuncio dell'assessore alla Mobilità del Comune di Firenze, Stefano Giorgetti, che ha rimandato qualsiasi correttivo solo a lavori terminati, è arrivato anche un appello da parte del vice presidente dell'assemblea regionale a sospendere l'installazione del nuovo cordolo.

"Bene fanno i residenti del quartiere ad aver promosso una raccolta di firme, che in in dieci giorni ha superato le 1500 adesioni" ha detto Marco Stella che ha poi aggiunto "è sotto gli occhi di tutti che in via Pistoiese, da quando c'è il cordolo spartitraffico, si forma un serpentone di mezzi interminabile, e in più di un'occasione le ambulanze sono rimaste bloccate dietro auto e bus. Senza contare l'aumento di inquinamento da smog, a fine giornata i davanzali delle finestre sono neri". "L'Amministrazione comunale di Firenze sta compiendo un errore clamoroso, il cordolo spartitraffico si allunga, ogni giorno, di decine di metri, con l'obiettivo, a lavori finiti, di dividere completamente via Pistoiese, dall'inizio alla fine. Già ora le code in quella strada sono lunghissime, tra poco diventeranno insostenibili, la strada è paralizzata dal traffico e lo smog ha raggiunto livelli preoccupanti. Facciamo appello a Palazzo Vecchio di fare dietrofront, operando scelte che contemplino una circolazione più scorrevole in un'ottica di sicurezza" ha concluso Marco Stella.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it